Sunday, 8 February 2009

START UP

Io mi conosco.
Sono persona che ha sempre preferito il termine Vortale a Portale.
Perchè?
Per distinguermi, perchè io sono diverso, mi sento diverso dalla massa. Appartengo ad una minoranza, ormai.
E riconosco i miei simili proprio da quelli che colgono la differenza tra quella V e la P...
Per questo "questa cosa qui" non la voglio chiamare blog.
Meglio Corner. Si, ecco, vedi, mi è venuto ora...corner...


Ci metto tanto a realizzare le cose, io. Ma alla fine, a cose inoltrate, mi piacciono.
Il fatto è che ci rimetto le mani sopra ad un mio manufatto tante di quelle volte che alla fine finisce per piacermi, obtorto collo. Ma esaurisce la sua energia.
In sostanza, quindi, non è casuale l'avatar del gruppo del Re Cremisi: quel faccione inquietante, quell'urlo che mi rappresenta, la bruttezza del nostro periodo storico insieme all'inquietudine per l'oscurasmo, l'ignoranza. Eppure, c'è pure "I've been waiting for the sun to come up..", quel songs che rappresenta una speranza.

E poi il gruppo: non uno qualsiasi scelto dal parterre dei preferiti, ma proprio lui.
I King Crimson, che nella mia scala dei valori vengono subito dopo Beethoven, con quel Fripp, il Leader. Ma fino al giorno in cui, improvvisamente, in vetta al successo, abbandona la band, si ritira a fare
il meccanico dei TIR in un'officina (si proprio dei TIR..qui sta la stranezza!!).
E poi, un giorno ancora ridare vita alla band, con i "vecchietti", e fare ringalluzzire quanti si credevano ormai sul viale del tramonto.
"Vecchi", "giovani"...che categorie inutili e imbecilli...ritorniamo alla sostanza delle cose dette o fatte!

Si perchè io anche mi sento così, appassionato ad una cosa, poi sento il bisogno di un'altra. Ma poi ancora
ritorno sopra quella conclusa e la rifaccio. Perchè io sono una contraddizione vivente, conscio di questo, conscio ed incoscente.

E sia, inteso, non è pubblicità per i King Crimson, ma un leit motiv, come altri ne potrei trovare.
Come quell'ingegnere nucleare del film "Sindrome Cinese" di James Bridges che arringa la commissione governativa avvisandoli dei rischi del nucleare...

2 comments:

daunfiore said...

dal nulla mischiato con il niente...magia...ecco un albero!

Mara said...

Una contraddizione vivente. Conscio ed incosciente. Ciao, M.