Sunday, 5 April 2009

Cinema corner: consiglio #2

Che cos'è un fantasma?
Un evento terribile condannato a ripetersi all'infinito,
forse solo un istante di dolore,
qualcosa di morto che sembra ancora vivo,
un sentimento sospeso nel tempo come una fotografia sfuocata,
come un insetto intrappolato nell'ambra,
un fantasma,
questo sono io.


La Spina del diavolo, Guillermo del Toro, SPA-MEX, 2001

Leggendo in giro dei film di Guillermo del Toro, sorrido di gusto, soprattutto quando a scrivere è "il professionista" di turno, pagato dal proprio giornale per recensirlo. Non si capisce mai se è andato veramente a vedrelo, se ha passato i biglietti omaggio a qualcun'altro, se ha dormito tutto il tempo durante la visione, oppure se è proprio fuori come un citofono.

"Non sai scrivere? Fai il critico.." diceva Ernest Hemingway

Io leggo nei forum i commenti della gente "comune", molto più adeguati e profondi i consigli di visione. Ritengo finito il mestiere del critico professionista.

Mi imbarazza, inoltre, la classifica "horror" che devo stabilire nel mio database MySql a film sull'hard disk provenientei dal peer-to-peer!! Si, ogni produzione che ha una dose di sangue superiore al decilitro, ci dicono, sarebbe un horror; e così se c'è un fantasma, o una eccessiva dose di onirismo, un morto-vivente, un braccio mozzato, un vampiro...Quindi se ciò fosse una CNES, la coerenza direbbe di classificare horror anche film di Fellini...

C'è poi il fastidio del relegare un film di Del Toro lo stesso Key Indicator che dò a quel cesso di film "The Strangers" o a Slither: si, irritante...e fuorviante

E così scelgo di classificarlo come genere autorefenziato: col cognome dell'artefice.

Così come definisco il cinema di Lynch, di Bunuel, di Del Toro, di Bergman, Burton, Gilliams...

...L'Angelo Sterminatore, regista: Bunel, genere: Bunuel

Tornando a Del Toro, un'osservazione: il contesto in cui i suoi film girano sono sempre quelli di società violente (come la Spagna franchista); la violenza non risiede nelle sue immagini, ma nello spazio in cui avvengono le sue rappresentazioni. L'orrorè è il contesto generato dal rendering dei suoi film.

Assolutamente da non perdere il download di questo film.

No comments: